Evidenza
Campagna di vaccinazione e sensibilizzazione dei soggetti di 65 anni per la prevenzione delle malattie batteriche invasive da pneumococco.
leggi la news

Percorso formativo per volontari in Servizio Civile
leggi la news

West Nile Virus - Le caratteristiche della malattia e le azioni per la prevenzione
leggi la news

Stampa certificati esenzione reddito
leggi la news

Ti trovi qui: Homepage / Archivio News / Dettaglio News
News del 20/01/2014
Prenotazioni e referti online: numeri in aumento nella bassa padovana

Positivi i dati del 2013 sull'utilizzo di questi servizi da parte dei cittadini. Per il 2014 l’Azienda ULSS 17 punta a un ulteriore incremento con azioni mirate e si prepara all'introduzione della ricetta elettronica

Il tempo necessario ai cittadini per effettuare una prenotazione o per altre comunicazioni su esami e visite diagnostiche è uno degli aspetti sui quali si gioca la "qualità percepita" dell'assistenza sanitaria. Del resto, anche se non ha molto a che fare con la professionalità degli specialisti o il livello tecnologico delle attrezzature impiegate in ospedale, tocca da vicino una risorsa - il tempo - che è sempre più scarsa, e dunque preziosa, per tutti.

A partire da questa considerazione, nell'ambito di una più ampia strategia della Regione Veneto, l'ULSS 17 ha investito molto sulla "dematerializzazione" delle comunicazioni tra i cittadini e il Centro Unico Prenotazioni, attivando e migliorando via via nuovi mezzi alternativi agli sportelli, basati su un centralino "intelligente" e in parte anche sul web.

I dati del 2013 confermano che questa è la direzione giusta, evidenziando un incremento costante dell'utilizzo di questi strumenti  da parte dei cittadini.

PRENOTAZIONI TELEFONICHE

Più in dettaglio, per quanto riguarda la prenotazione di esami e visite specialistiche per telefono, lo scorso anno sono state 108.161, in leggera crescita rispetto al 2012 (106.032), e in aumento sono state anche le richiamate da parte degli operatori verso i cittadini che - trovando occupato - avevano lasciato un messaggio in segreteria, per completare così la prenotazione senza ulteriori tentativi (63.205 nel 2013 contro le 61.780 del 2012).

Il trend, peraltro, è più evidente analizzando i dati rispetto al 2011, ovvero al primo anno in cui il sistema telefonico del CUP è stato pienamente operativo: +9,7% le prenotazioni telefoniche, +14,3% le richiamate, con una parallela diminuzione delle visite agli sportelli da parte dei cittadini (-3,1% le prenotazioni tra il 2013 e il 2011 e -8,4% le visite agli sportelli per cancellare o spostare un appuntamento già preso).

PRENOTAZIONI ONLINE

Parallelamente, nel 2012 l'Azienda aveva introdotto anche la possibilità di effettuare la richiesta di prenotazione direttamente via Internet, attraverso il sito aziendale www.ulss17.it. Dopo i primi mesi di rodaggio, il 2013 è stato dunque il primo anno completo con questo servizio attivo, che ha progressivamente guadagnato sempre più consensi, pur rimanendo ancora su numeri assoluti limitati. Più in dettaglio, se a gennaio gli utenti che avevano utilizzato il servizio erano stati 112, il 2013 si è chiuso con le 478 richieste di prenotazione online registrate nel mese di dicembre.

SCARICO REFERTI ONLINE

Un altro servizio messo a disposizione dei cittadini per ridurre al minimo la necessità di recarsi fisicamente agli sportelli del CUP è la possibilità di scaricare i referti degli esami di laboratorio direttamente dal sito internet aziendale. Anche in questo caso l'andamento dei dati del 2013 evidenzia una crescita progressiva mese dopo mese: a gennaio erano stati 2.545 (19% del totale) i referti scaricati via web, mentre a dicembre sono stati 3.589, ovvero il 30% del totale.

GLI OBIETTIVI

«Questi numeri - sottolinea Giovanni Pavesi, direttore generale dell’Azienda ULSS 17 - dimostrano che siamo sulla strada giusta e che i cittadini, quando si mette loro a disposizione degli strumenti alternativi semplici da utilizzare e che funzionano bene, sono aperti alle nuove tecnologie. Certo ci sono abitudini radicate e magari diffidenze che occorre tempo per cambiare, ma proprio per questo stiamo attivano una serie di iniziative di comunicazione grazie alle quali puntiamo a incrementare ulteriormente e in modo significativo l'utilizzo di questi servizi. E, voglio sottolinearlo, si tratta di attività di comunicazione di grande visibilità ma a costo zero per l'Azienda, sfruttando gli spazi per le affissioni all'interno dell'ospedale, le ricevute delle prenotazione fornite agli utenti che ancora si recano agli sportelli, i messaggi agli utenti che telefonano al CUP e banner sul nostro sito Internet aziendale».

LA RICETTA ELETTRONICA

Parallelamente al potenziamento dei servizi già disponibili, la prossima innovazione tecnologica in programma è la ricetta elettronica, anche questa nell'ambito di uno specifico progetto della Regione Veneto e del Ministero della Sanità. E anche su questo fronte il 2013 ha portato risultati importanti: ad oggi infatti nella Bassa Padovana sono 149 (su 156) i Medici di Medicina Generale e i Pediatri di Libera Scelta già collegati al sistema informativo che mette in rete i loro ambulatori con l'Azienda e la Regione Veneto (ed entro la fine di gennaio saliranno a 152). Al momento questa rete informatizzata viene utilizzata solo per la raccolta di dati sulle prescrizione di farmaci, ma già nei prossimi mesi questa novità coinvolgerà direttamente il cittadino, con la messa in rete anche delle farmacie e la possibilità quindi per il farmacista di trovare già inserita nel sistema la prescrizione fatta dal medico per ciascun utente.

«Si tratta di un cambiamento importante - sottolinea Pavesi - al quale stiamo lavorando da tempo e il fatto che il 96% dei medici e pediatri del territorio siano già collegati al sistema è una garanzia importante per la buona riuscita del progetto nella Bassa Padovana».


ultimo aggiornamento: 20-1-2014